Grazie a Photoshop il ministro dell’Economia francese riappare senza i gioielli

Pubblicato il 4 Novembre 2010 13:15 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2010 13:15

Un’immagine del ministro dell’Economia francese Christine Lagarde fa discutere. La foto è apparsa su Nouvelles 12, bimensile distribuito gratuitamente nel XII arrondissement di Parigi: grazie alla magia di Photoshop, nella foto in questione è scomparso l’anello, gli orecchini e il braccialetto indossati dal ministro in una foto precedente. Il settimanale satirico Le Canard Enchaîné ha scoperto il trucco e rivelato al pubblico l’inganno, mettendo con le spalle al muro la rivista e il ministro.

Sulla copertina della rivista si vede il ministro dell’Economia sorridente che cammina davanti alle arcate di avenue Daumesnil, una delle principali arterie del XII arrondissement, in cui il ministro è anche consigliere di quartiere. Sotto l’immagine della Lagarde compare il titolo: “Una donna eccezionale al servizio del XII arrondissement”. Insomma, la rivista vuole dimostrare che nonostante la Lagarde sia ministro dell’Economia e sia oberata di lavoro, non dimentica l’impegno preso con gli elettori parigini e frequenti costantemente il consiglio del quartiere.

Ma come ha rivelato Le Canard Enchaîné i redattori del bimensile non solo hanno fatto scomparire i gioielli del ministro, ma hanno anche utilizzato una vecchia immagine della Lagarde che mostra il ministro intervistato da una tv tedesca e l’hanno incollata a un’altra foto che immortala la popolare strada parigina. Per il blog del quotidiano Le Monde si tratta di un “autentico e volgare fotomontaggio” sentenzia il blog del quotidiano Le Monde, mentre la prende con ironia Alexis Corbière, anch’egli consigliere del XII arrondissement.

“È davvero così difficile trovare una vera foto della signora Lagarde nelle strade del nostro quartiere? – si chiede sarcasticamente il consigliere di quartiere -. Indubbiamente sì. In quindici sedute, credo di non averla mai vista!”. Jacques Kalifa, editore del bimensile in un primo momento ha difeso i suoi redattori affermando che la rivista ha chiesto la foto direttamente all’ufficio stampa del ministro. Più tardi è tornato sui suoi passi e ha dichiarato che la decisione di rimuovere i gioielli è stata presa dalla redazione: “L’immagine originale c’è stata inviata dall’ufficio stampa del ministro – ha rivelato Kalifa al sito web del Nouvel Observateur – Il grafico ha deciso di fare il fotomontaggio perché sul nostro magazine non compaiono mai gioielli”: