Grecia. Il 50% dei poliziotti vota Alba dorata: la violenza non li spaventa

Pubblicato il 19 giugno 2012 10:58 | Ultimo aggiornamento: 19 giugno 2012 11:25

ATENE- Nonostante il comportamento violento di alcuni parlamentari del partito di estrema destra greco Chrysi Avgi' (Alba Dorata) e i numerosi casi di aggressione ad immigrati registrati ad Atene e in altre citta' del Paese, anche nelle elezioni di domenica scorsa i poliziotti greci hanno votato proprio come avevano fatto il 6 maggio scorso, ovvero quasi un agente su due ha votato per il partito con simpatie filonaziste.

E' quanto risulta da un'analisi del voto in 11 seggi elettorali della capitale nei quali votano, in base agli elenchi elettorali speciali, migliaia di agenti in servizio in diversi reparti della polizia di Atene. L'analisi e' stata pubblicata dall'autorevole settimanale "To Vima".

Nei seggi in questione, dal numero 806 al numero 816, tutti vicini alla sede centrale della polizia di Atene, Crhysi Avgi' ha ottenuto dal 17,2% al 23,04% dei voti, percentuale quasi uguale a quella che il partito filonazista aveva ottenuto nelle elezioni del 6 maggio.

Nel seggio elettorale numero 809, nelle elezioni di 40 giorni fa, Chrysi Avgi' aveva ottenuto il 21,06%, mentre in quelle del17 giugno ha ottenuto il 21,07%. Lo stesso si e' ripetuto anche in altri seggi come al numero 806 dove il partito ha ottenuto il 21,99% contro il 22,2 del 6 maggio e al numero 811 in cui ha ottenuto il 23,04% contro il 23,08% di un mese fa.

Nei seggi 804 e 805, vicini a quelli precedenti ma dove non votano poliziotti, le percentuali per Chrysi Avgi' sono state rispettivamente del 5,35% e 6,57%. Il fatto, come fa notare To Vima, crea numerosi interrogativi riguardo alle idee politiche e alle scelte dei poliziotti greci.