Grecia, nuovo rigido codice per i reati fiscali: fino a 10 anni di carcere per una ‘mazzetta’

Pubblicato il 14 Marzo 2011 10:15 | Ultimo aggiornamento: 14 Marzo 2011 10:28

ATENE – In Grecia gli ispettori delle tasse che accetteranno anche un solo euro di ”mazzetta” potranno finire in carcere per 10 anni. E’ quanto stabilisce, come scrive la stampa ellenica, un nuovo e più rigido codice di condotta redatto dal ministero delle Finanze e che entrerà presto in vigore.

Il nuovo codice fa parte di una serie di proposte portate in Parlamento nell’ambito dell’ultimo disegno di legge sulla riforma fiscale che comprende pene più severe sia per i cittadini sia per i dipendenti statali infedeli. In base al disegno di legge in discussione, un impiegato del ministero delle Finanze che accetterà anche un solo euro di mazzetta commetterà un reato passibile di una pena sino a 10 anni di prigione. Anche i responsabili di ”mercato nero” rischieranno pene dai cinque ai 20 anni.

[gmap]