Stop ai licenziamenti pubblici, tagli alla casta.. I 14 punti del governo Samaras

Pubblicato il 22 Giugno 2012 10:31 | Ultimo aggiornamento: 22 Giugno 2012 10:34

ATENE, 22 GIU – Dopo tre giorni di intense trattative, i tre partiti che formano il nuovo governo di coalizione greco – Nea Dimokratia (centro-destra), Pasok (socialista) e Dimar (Sinistra democratica, moderato) – si sono trovati d'accordo su 14 punti che, secondo quanto scrive oggi il quotidiano economico Kerdos, sono condensati in un documento di otto pagine che sara' diffuso al massimo entro domani.

Questi, secondo il giornale, i 14 punti:

1- Stop ai licenziamenti nel settore pubblico;

2- Blocco dei tagli a stipendi e pensioni;

3- Ricapitalizzazione della Banca dell'Agricoltura che servira' come strumento di sviluppo;

4- Riduzione dell'Iva per i prodotti alimentari;

5- Regolamentazione per i mutui (ogni rata del mutuo non potra' superare il 30% dello stipendio);

6- Ripristino dell'indennita' di licenziamento;

7- Ritorno agli accordi collettivi di lavoro a partire dal settembre 2012;

8- Mantenimento della tassazione per le imprese ai livelli attuali;

9- Rimarra' in vigore inalterata la cosiddetta ''legge Ragusis'' che prevede la concessione della nazionalita' ellenica ai figli di immigrati nati in Grecia);

10- Rafforzamento della sicurezza dei cittadini;

11- Riduzione del 20% del finanziamento dei partiti;

12- Abolizione della pensione per i nuovi parlamentari e definizione di un limite massimo per quelli piu' anziani;

13- Sequestro delle proprieta' di quei politici che non sono in grado di dimostrare da dove provengono i loro proventi;

14- Controllo retroattivo sui beni di tutti i politici compresi i leader dei partiti.

''Il consenso programmatico necessario e' stato raggiunto su moltissimi punti importanti'', ha detto il primo ministro Antonis Samaras nella sua relazione al primo Consiglio dei Ministri di ieri.

''Il testo sara' dato presto alla stampa. Si tratta di un fatto che avviene per la prima volta nella politica greca. Del resto questa era l'indicazione del popolo greco alle ultime elezioni. A questa direttiva i tre partiti hanno aderito con pieno successo, dimostrando senso di responsabilita' non solo nei confronti degli elettori, ma anche nei confronti delle difficolta'''.