Grecia, Tsipras: "Stiamo andando all'inferno"

Pubblicato il 17 Maggio 2012 13:12 | Ultimo aggiornamento: 17 Maggio 2012 13:36

ROMA – Il leader della coalizione della sinistra radicale greca Syriza, Alexis Tsipras, ha detto alla Cnn che a causa del memorandum e l'austerità che esso impone i greci "stanno andando direttamente all'inferno". Tsipras ha detto il suo partito vuole mettere fine all'austerità, tenere la Grecia nell'eurozona e allacciare nuove alleanze per superare la crisi.

"Faremo tutto quel che possiamo per muoverci in questa direzione, per mantenere la Grecia nella zona euro e in Europa", ha affermato il leader di Syriza, ricordando che egli intende "cancellare il memorandum, poi rinegoziare a livello europeo" per trovare la soluzione alla crisi, che non è un problema solo greco, ma europeo. Tsipras ha segnalato che vorrebbe trovare partner a questo fine tra i paesi del sud e del centro Europa.

Accusando la cancelliera tedesca Angela Merkel di mettere a rischio l'eurozona, Tsipras ha però detto che su una cosa lo trova d'accordo: "un mese fa ha detto che se la Grecia uscisse dall'eurozona e tornasse alla dracma, i mercati andrebbero in caccia del prossimo paese", ad esempio Italia o Spagna.

Il leader della sinistra ellenica ha quindi bocciato l'idea del ritorno alla dracma: "Vorrebbe dire che i poveri hanno la dracma e i ricchi possono comprare tutto con gli euro".