Grecia: “Vicino accordo con Ue”. Ma Merkel pensa a Grexit. E le Borse vanno giù

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Giugno 2015 18:43 | Ultimo aggiornamento: 12 Giugno 2015 18:43
Grecia: "Vicino accordo con Ue". Ma Merkel pensa a Grexit. E le Borse vanno giù

Angela Merkel con Alexis Tsipras (foto Ansa)

BRUXELLES – La Grecia dice di non essere mai stata così vicina a un accordo con l’Unione Europea. Ma la Bild scrive che Angela Merkel si starebbe già preparando all’uscita dall’Ue, la cosiddetta “Grexit“. E i mercati credono più a quest’ultima ipotesi, visto che le Borse europee sono andate giù (quella di Atene più di tutte le altre, visto che ha perso il 6% in una giornata).

L’ottimismo del governo Tsipras.

La Grecia e i suoi creditori “non sono mai stati così vicini ad un accordo” e chiuderlo è solo una questione di volontà politica: ha detto ai giornalisti un funzionario del governo ellenico, secondo cui la distanza sull’obiettivo di surplus primario 2015 (lo 0,25% del Pil) è talmente bassa da rendere inimmaginabile una rottura.

5 x 1000

Un altra fonte del governo greco aveva comunque detto precedentemente che la Grecia “non accetterà tagli a stipendi e pensioni” ma punta a “un avanzo primario più basso e alla ristrutturazione del debito”. I negoziati, ha detto, continueranno a livello politico.

Bild: la Merkel si prepara alla Grexit.

“Adesso anche Angela Merkel si prepara a un Grexit”. Lo scrive oggi la Bild. “Dall’altro ieri notte” la cancelliera riterrebbe che “sia stato tutto inutile”. Secondo Bild, dopo due ore di trattative a Bruxelles con Alexis Tsipras e Francois Hollande, alla fine Merkel avrebbe capito che probabilmente il fallimento è inevitabile. “Chiuso, finito, Grexit…”, scrive Bild.

Borsa Milano va giù, male anche lo Spread.

Il pessimismo di giornata sul caso greco sta appesantendo tutte le Borse europee: avvicinandosi alla chiusura Milano ha toccato un calo del 2%, con le banche sotto pressione per il peggioramento dei titoli di Stato. Alla fine Piazza Affari ha perso l’1,27%.

Spread Btp-Bund in netta risalita oltre i 140 punti base. Il differenziale di rendimento segna 142 punti, col tasso sul titolo decennale del Tesoro al 2,25%. A pesare è il caos sulla Grecia, dopo che ieri il Fmi ha abbandonato le trattative.