Hammond, ministro May: “Lavoratori disabili colpa del calo produzione in Gb”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 dicembre 2017 11:39 | Ultimo aggiornamento: 8 dicembre 2017 11:39
philip-hammond

Philip Hammond, ministro del Tesoro in Gran Bretagna (foto Ansa)

LONDRA – Parole vergognose che fanno montare l’indignazione in Gran Bretagna contro il cancelliere dello Scacchiere, Philip Hammond, titolare del Tesoro nel governo di Theresa May, finito nella bufera per aver sostenuto durante un’audizione in commissione parlamentare che gli scadenti risultati del Regno Unito sul fronte della produttività possano dipendere anche dall’accresciuto coinvolgimento nel mercato del lavoro di persone disabili.

Parole a cui Hammond ha cercato di mettere una pezza dicendosi comunque “estremamente orgoglioso” dell’integrazione lavorativa dei disabili, ma cha scatenato reazioni oltraggiate. L’associazione umanitaria Scope ha definito l’affermazione “inaccettabile e discriminatoria”, mettendo in discussione la credibilità del recente piano presentato dallo stesso governo per l’inserimento occupazionale di categorie svantaggiate. “Come persona disabile – ha rincarato Marsha de Cordova, ministro ombra laburista – sono rimasta scioccata e inorridita dal tentativo di Philip Hammond di scaricare i fallimenti economici delle politiche Tory su di me e sugli altri disabili”.