Imu, Rehn: “Prudenza nel rivederla”. “Ripresa da ’14, con Monti misure coerenti”

Pubblicato il 11 Gennaio 2013 9:40 | Ultimo aggiornamento: 11 Gennaio 2013 10:14
Doccia fredda da Rehn: "Ripresa da 2014". Poi: "Misure coerenti solo con Monti"

Olli Rehn (Foto LaPresse)

BRUXELLES – Olli Rehn ci riporta alla realtà e dice: la ripresa non ci sarà nel 2013 (come annunciato a più riprese dal governo Monti) ma solo a cominciare dal 2014. Questo anche perché, sostiene, in Italia qualcosa per la ripresa è stata fatta solo dalla fine del 2011, ovvero con Mario Monti.

”L’economia dell’eurozona – sottolinea il commissario Ue – è ancora debole, i mesi a venire saranno ancora difficili, i cittadini continuano a sentire l’impatto della crisi e la ripresa ci sarà solo nel 2014”.

Quanto all‘Italia, sottolinea Rehn, il problema “è precisamente che a settembre 2011 aveva politiche non coerenti con gli impegni di bilancio”, e solo ”da novembre 2011 ha avviato misure di consolidamento più solide e prudenti, e per questo sono scesi i rendimenti che facilitano il ritorno della fiducia”.

Quanto all’Imu, Rehn dice: ”Non è mai pericoloso riconsiderare le politiche, ma è importante che l’Italia resti sul binario del consolidamento prudente di bilancio per ottenere il pareggio, e deve stare lontana da acque agitate”.