Inghilterra, Crollo Labour Party: al 22% secondo un sondaggio. Conservatori 40%, libdem al 25%

Alessandro Marchetti (Scuola Superiore di Giornalismo Luiss)
Pubblicato il 3 giugno 2009 15:04 | Ultimo aggiornamento: 3 giugno 2009 15:04

I laburisti inglesi sono in caduta libera. Lo dice un sondaggio commissionato dal settimanale britannico Sunday Telegraph, realizzato dalla società ICM: le intenzioni di voto parlano di un 22% schierato con il Labour mentre il 25% degli intervistati voterà per i liberaldemocratici. Ben il 40% degli intervistati invece si è espresso a favore dei conservatori.

Il rischio per Gordon Brown e soci, sostiene il quotidiano britannico The Independent, è di incassare alle prossime elezioni amministrative uno dei risultati elettorali più bassi della storia del partito.
I vertici Tory, riporta il quotidiano, hanno sostenuto ieri sera di essere certi che fino all’ultima amministrazione retta dai laburisti cadrà giovedì in mano ai conservatori.

Secondo la nota dell’Independent, gli stessi ministri in carica del gabinetto Brown, privatamente, ammettono la possibilità che il 4 giugno dalle cabine elettorali esca il verdetto peggiore che la storia del Labour ricordi, anche oltre le loro aspettative.
Nel caso in cui si verifichino le previsioni del sondaggio ICM, i laburisti non avrebbero più il controllo dei council inglesi, assemblee chiave per gli equilibri politici nazionali.

Particolarmente in bilico, secondo i dirigenti Tory, le contee del Nord come il Lancashire, lo Staffordshire e il Nottinghamshire.