Ironizza sul nazismo, candidato alle elezioni sospeso. In Francia

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 7 Novembre 2013 1:08 | Ultimo aggiornamento: 7 Novembre 2013 1:09
Ironizza sul nazismo, candidato alle elezioni sospeso. In Francia

Joris Hanser

ROMA – Ha ironizzato sul nazismo su Twitter, ha scritto su Facebook che la colonizzazione francese è stata “un’opportunità” per l’Algeria: per questo un candidato alle elezioni municipali è stato sospeso. Ma non è successo in Italia, dove l’ex presidente del Consiglio può serenamente paragonare la condizione dei rampolli Berlusconi a quella degli ebrei perseguitati durante il nazismo.

La sorte ha voluto che Joris Hanser, il candidato ventenne in questione, vivesse in Francia. Militante per un partito, il Front National, che non lesina parole dure su temi come l’integrazione e le cosiddette minoranze. In Italia lo si accosta alla Lega Nord. Ma mentre Roberto Calderoli ha potuto paragonare la ministra Cécile Kyenge ad un orango contando sulla difesa dei suoi colleghi di partito, in Francia sempre nel Front National Annie-Sophie Leclere, la candidata che ha osato paragonare la ministra della giustizia Christiane Taubira ad una scimmia, è stata sospesa.

Tutta francese, o almeno non-italiana, anche la reazione di Hanser. “Sul momento ci sono rimasto male, ma non sono arrabbiato con loro. Continuerò ad essere un militante. Mi servirà da lezione: ci sono cose che non si possono dire se sei un candidato”. Figurarsi da politico. Ma in Italia è tutta un’altra storia.