Italia blocca Ru486, la Spagna estende aborto alle minorenni

Pubblicato il 26 Novembre 2009 15:55 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2009 15:55

abortoMentre in Italia la pillola abortiva stenta a farsi largo al governo e la commissione del Senato ne ha bloccato la vendita, la Spagna di Zapatero preme per una legge sull’aborto ancora più progressista che, almeno per ora, riesce a rimanere a galla.

Con 183 voti a favore e 162 contrari il Congresso dei deputati spagnolo ha votato contro la proposta di rimandare al governo il progetto di riforma della legge sull’aborto, che consente l’interruzione libera della gravidanza entro le prime 14 settimane di gravidanza, anche alle minorenni fra i 16 e i 18 anni.

Dopo il primo sbarramento in Parlamento, la proposta del governo socialista approda in commissione, dove verranno esaminati i vari articoli e posti degli emendamenti.

Il punto più discusso della riforma è quello che permette alle minorenni di abortire senza che i genitori lo sappiano: il ministro per le Pari opportunità Bibiana Aido si è detta disposta a «trovare un punto di equilibrio» tra i vari gruppi parlamentari proprio su questo aspetto controverso.

Una volta emendata, la legge organica passerà di nuovo per la plenaria del congresso e poi del Senato. Se la camera alta deciderà di emendare ulteriormente la proposta, questa dovrà essere rivotata dal congresso.