Londra-Parigi: scontro diplomatico

Pubblicato il 4 Dicembre 2009 16:10 | Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre 2009 16:12

Meltdown New Economic OrderÈ stata cancellata la visita del presidente francese Nicolas Sarkozy a Londra. Problemi di agenda del premier inglese Giordon Brown. Ma non bisogna necessariamente essere maligni nel pensare che l’incontro con Gordon Brown sia stato cancellato per altre ragioni.

Prima fra tutte la polemica scoppiata tra Francia e Gran Bretagna sulla regolamentazione finanziaria, inclusa la nomina di Michel Barnier a commissario Ue per il mercato unico. E su ciò che Sarkozy, parlando delle cause della crisi finanziaria, ha definito come «la deriva del modello anglosassone».

È dunque una ferita diplomatica quella che il presidente francese dovrà guarire quando incontrerà il premier britannico alla prima occasione, il 10 dicembre a Bruxelles, a margine del Consiglio europeo. Non sarà facile, anche perché le dichiarazioni rese in materia nei giorni scorso ai dirigenti del suo partito, l’Ump, sono suonate ancora più irritanti all’orecchio di Brown e dei ministri: «Francamente, dopo tutto quello che è successo con la crisi finanziaria, è molto rassicurante che siano le idee francesi in materia di regolamentazione ad aver trionfato in Europa» aveva confidato.

A questo punto gli inglesi si sono interrogati sul senso della visita di Sarkozy, che secondo indiscrezioni avrebbe voluto portare con sé Barnier, quasi fosse ancora un ministro del suo governo e non già il commissario di un’istituzione sovranazionale.