Macron, nuova lite sui migranti: “Populisti come lebbra”. Di Maio-Salvini: “Offensivo e ipocrita”

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 giugno 2018 0:12 | Ultimo aggiornamento: 22 giugno 2018 2:26
Di Maio Macron

Macron, nuova lite sui migranti: “Populisti come lebbra”. Nella foto: Di Maio e Macron (Ansa)

ROMA –  Nelle stesse ore in cui la Merkel assicura al premier Conte  che la bozza Ue sull’accoglienza dei profughi verrà accantonata,  si apre un nuovo fronte tra l’Italia e i suoi alleati europei.

A colpire con un durissimo attacco è di nuovo la Francia, con il presidente Emmanuel Macron che tuona contro “la lebbra populista” [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]. Il riferimento è chiaramente al governo italiano e le parole di Marcon scatenano l’ira dei due vicepremier Luigi Di Maio e Matteo Salvini.

“Ipocrita e offensivo”, gli risponde il leader del Movimento 5 Stelle, mentre il leader leghista ironizza: “Un signore. Caviale, champagne e signorilità…”.

Dopo le tensioni sul caso Aquarius che appena qualche giorno fa avevano rischiato di mandare all’aria la visita di Conte a Parigi, in un discorso a Quimper il capo dell’Eliseo ha denunciato “la lebbra populista che cresce vicino a noi in Europa, in Paesi in cui credevamo fosse impossibile vederla riapparire. I nostri amici vicini dicono le cose peggiori e noi ci abituiamo! Fanno le peggiori provocazioni umanitarie, tradiscono anche il diritto d’asilo, e nessuno si scandalizza di questo”.

Il riferimento all’Italia, ancora al caso Aquarius, non sfugge a nessuno. Passano pochi minuti e gli replica Di Maio: “Parole offensive e fuori luogo, la vera ipocrisia è di chi respinge gli immigrati a Ventimiglia e fa la morale sul diritto sacrosanto di chiedere un’equa ripartizione dei migranti”. Pronto anche Salvini: “Un signore, caviale e champagne. Ma io lezioni da un Paese che ha l’esercito alla frontiera italiana non ne prendo. Se la Francia apre a dieci barconi dalla Libia, ne riparliamo”.

“Se c’è un morbo che si è diffuso in Europa non è la la lebbra del populismo ma la vomitevole ipocrisia di Macron”, interviene anche la presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. Mentre oltralpe, a fare il tifo per gli italiani, è la leader del Rassemblement National Marine Le Pen: “Macron vuole farci litigare col mondo intero”.

Nelle prossime ore si preannuncia un nuovo caso diplomatico, dopo quello del portavoce di En Marche, il partito del presidente Macron, che nei giorni scorsi aveva accusato l’Italia di aver messo in campo una politica“cinica e vomitevole” per fermare i migranti.