Mattarella, assist al Governo: “Non vedo ragioni per aprire una procedura d’infrazione”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Luglio 2019 14:32 | Ultimo aggiornamento: 1 Luglio 2019 14:32
Mattarella, assist al Governo: "Non c'è ragione per aprire una procedura d'infrazione"

Mattarella, assist al Governo: “Non c’è ragione per aprire una procedura d’infrazione”

ROMA – “Noi crediamo che la procedura di infrazione non abbia ragione di essere aperta”. Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella rispondendo a Vienna a lla domanda di un giornalista austriaco dopo un colloquio con il presidente austriaco Alexander Van der Bellen.”Noi crediamo che la procedura di infrazione non abbia ragione di essere aperta”. Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella rispondendo a Vienna a lla domanda di un giornalista austriaco dopo un colloquio con il presidente austriaco Alexander Van der Bellen.

Il capo dello Stato ha spiegato che “il disavanzo di bilancio in Italia e’ passato dal 2,4 al 2,1 tra il 2017 e il 2018, l’avanzo primario e’ passato dall’1,4 all’1,6: e sono dati di trend positivi per i conti pubblici”. Inoltre “vi e’ una condizione di base di economia italiana di grande solidita’, non a caso l’Italia e’ la terza economia dell’Ue ed e’ la seconda manifattura d’Europa”. “Credo il governo stia presentando ciò alla Commissione Ue per dimostrare che i conti saranno in ordine, le indicazioni sono rassicuranti e non vi sia motivo per aprire una nuova infrazione”, ha aggiunto Mattarella.

Serve “un abbassamento generale dei toni che consenta di affrontare con maggiore serenità e concretezza la questione” dei migranti, ha poi detto il presidente in riferimento al controverso attracco della nave Sea Watch a Lampedusa, l’arresto del capitano e le critiche giunte all’Italia da Francia e Germania che difendo le motivazioni umanitarie della Ong. (fonte Ansa)

5 x 1000