Migranti, Merkel chiama Conte e assicura: “Bozza Ue sarà accantonata”

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 giugno 2018 16:36 | Ultimo aggiornamento: 21 giugno 2018 23:39
Migranti, Merkel chiama Conte e assicura: "Bozza Ue sarà accantonata"

Migranti, Merkel chiama Conte e assicura: “Bozza Ue sarà accantonata”(Foto Ansa)

ROMA – Dietrofront della cancelliera tedesca, Angela Merkel, sulla questione migranti: la bozza Ue sarà accantonata. Lo ha annunciato via Facebook il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. “Ho appena ricevuto una telefonata dalla Cancelliera Angela Merkel, preoccupata della possibilità che io potessi non partecipare al pre vertice di domenica a Bruxelles sul tema immigrazione.  [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Le ho confermato che per me sarebbe stato inaccettabile partecipare a questo vertice con un testo già preconfezionato. La Cancelliera ha chiarito che c’è stato un misunderstanding: la bozza di testo diffusa verrà accantonata”.

Dopo l’ira di Roma sono arrivate all’Italia le rassicurazioni sul testo di accordo sull’accoglienza dei profughi. In mattinata si era fatto sentire il commissario agli Affari Interni dell’Unione europea Dimitris Avramopoulos: “È solo una bozza per la discussione. Le decisioni verranno prese al vertice dei leader Ue della settimana prossima”. Una portavoce della Commissione aveva aggiunto:  “Condividiamo la preoccupazione dell’Italia” sulla proposta che riguarda i movimenti secondari dei migranti, “la bozza della dichiarazione di domenica sarà riequilibrata prima del vertice, si tratta solo di una bozza per la discussione”.

L’Italia sarebbe pronta a disdettare il regolamento di Dublino per quanto riguarda i confini marittimi, con i migranti salvati in mare grazie ad operazioni Sar (search and rescue), mentre continuerà ad applicarlo per quanto riguarda i confini terrestri, con la Francia, l’Austria, la Slovenia. È questo il nucleo della proposta che Roma potrebbe portare sul tavolo del prossimo Consiglio europeo, e ancora prima a quello del vertice informale che si terrà domenica 24 giugno a Bruxelles, e al quale parteciperanno anche Spagna, Francia, Germania, Austria, Malta, Grecia, Bulgaria, Olanda e Belgio.

Plaudono alla decisione di Merkel i due vicepremier, Matteo Salvini e Luigi Di Maio. “Finalmente vedo un’Italia rispettata in Europa e nel mondo. Continui così Presidente Giuseppe Conte!, ha twittato il ministro del Lavoro. “E’ importante che la premier tedesca chiami il premier italiano perché fino a un po’ di tempo fa ci davano per scontati. Ci mandavano una mail a cose avvenute”, gli ha fatto eco il ministro dell’Interno, Salvini.