Migranti, Salvini: “Francesi ignoranti, Ong Lifeline fuorilegge, portatevela a Marsiglia”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 giugno 2018 19:37 | Ultimo aggiornamento: 26 giugno 2018 8:20
Migranti, Salvini: "Francesi ignoranti, Ong Lifeline fuorilegge, portatevela a Marsiglia"

Migranti, Salvini: “Francesi ignoranti, Ong Lifeline fuorilegge, portatevela a Marsiglia”

ROMA – Matteo Salvini continua a prendersi tutta la scena politica, nazionale ed europea, sui migranti: [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] conclusa la visita lampo in Libia ha proseguito il durissimo scontro con il governo francese, mentre nel frattempo restano a largo nel Mediterraneo e senza una chiara prospettiva di sbarco i 234 naufraghi africani soccorsi dalla nave Ong Lifeline.

“Fateli sbarcare a Marsiglia”. Salvini lo ribadisce e intanto dà dell’ignorante al ministro francese per gli Affari europei, Nathalie Loiseau, del “15 volte più cattivo di Orban” al premier Macron, invitando i francesi a prendersi in carico i migranti concedendo l’attracco nel porto di Marsiglia. Lifeline, però, viste le condizioni meteo non prenderà la rotta verso nord.

Lifeline: “Impossibile andare in Francia. “Inizialmente volevamo andare in direzione della Francia – ha spiegato il rappresentante della ONG, Axel Steier, che si trova a Dresda, in Germania, e non a bordo – ma a causa delle condizioni meteo non è possibile attualmente. E noi non volevamo entrare in un porto ma restare nelle acque internazionali”. L’opzione Francia “resta possibile, ma non sarà né per oggi, né domani, né dopodomani”, ha aggiunto.

Parlando con i media francesi, Steier ha aggiunto che l’opzione di farsi accogliere in Francia nei prossimi giorni resta “possibile”: “il problema – ha aggiunto – è che abbiamo 234 persone a bordo di un’imbarcazione di 30 metri, vicinissima a un paese sviluppato, e che l’Europa sta a guardare questa gente che deperisce”.

“Lifeline fuorilegge, ministro francese ignorante”. Non è facile stare dietro a tutte le esternazioni del ministro degli Interni italiano. Nella stessa giornata ha dichiarato che la Ong Lifeline è “fuorilegge”. “Il ministro francese è ignorante, nel senso che ignora la situazione di questa nave che ha agito ignorando le segnalazioni della guardia costiera italiana e libica: e’ una nave fuori legge che va sequestrata. Mi stupisce la cattiveria dei francesi, sarebbe un bel gesto l’apertura del porto di Marsiglia a questa nave che non si vede perché deve arrivare in Italia visto che non ha nulla a che vedere con il nostro paese”.

“Sos dai barconi? La Marina non risponda”. Sull’ipotesi di un ordine alla Marina di non rispondere più agli Sos dei barconi, Salvini è stato esplicito in maniera quasi feroce: “Chiedete a Toninelli, ma se così fosse avrebbe il mio totale sostegno”.

“Centri di accoglienza in Libia all’avanguardia, altro che lager”. Sulla questione dei centri di accoglienza in Africa, Salvini pensa a hot spot da piazzare ai confini sud della Libia, lo ha ribadito con il premier Serraj (si sa però che i francesi sono fautori di una linea che coinvolge il nemico Haftar). A fare più scalpore, se possibile, le dichiarazioni su quelli che siamo ormai abituati a chiamare lager, centri didetenzione più che di accoglienza e di verifica dei requisiti per il diritto d’asilo. “Ho chiesto di visitare un centro di accoglienza per migranti in costruzione, un centro all’avanguardia che potrà ospitare mille persone. Questo per smontare la retorica in base alla quale in Libia si tortura e non si rispettano i diritti umani”.