Migranti, Ue approva 120mila ricollocamenti. Ma Paesi Est…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 Settembre 2015 14:50 | Ultimo aggiornamento: 22 Settembre 2015 19:03
Migranti, Ue approva 120mila ricollocamenti. Ma Paesi Est...

Migranti, Ue approva 120mila ricollocamenti. Ma Paesi Est… (foto di repertorio Ansa)

BRUXELLES – L’Europa è d’accordo sui migranti, tranne che i Paesi dell’Est. Ancora una volta, l’Ue si spacca sul ricollocamento di 120mila rifugiati arrivati negli ultimi mesi. L’Unione Europea ha votato sì al piano dei ricollocamenti dei profughi arrivati in Italia, Grecia e UngheriaRepubblica Ceca, Slovacchia, Romania e Ungheria hanno votato contro, mentre la Finlandia si è astenuta.

La nuova proposta della presidenza lussemburghese dell’Unione prevede che i 120.000 rifugiati da redistribuire fra i 28 Paesi Ue provengano tutti da Italia e Grecia. I 54.000 inizialmente destinati al ricollocamento dall’Ungheria verrebbero così riassegnati secondo criteri proporzionali ai due Paesi del Mediterraneo.

I Paesi che non possono immediatamente effettuare i ricollocamenti, li possono ritardare di un anno, fino al 30% del numero che gli è stato assegnato. Il Consiglio straordinario Ue degli Affari interni ha quindi dato il via libera al programma, dopo che il presidente della Commissione Ue Juncker aveva tagliato corto così davanti a chi sembrava ancora titubante: “120mila rifugiati? Siamo ridicoli data la grandezza del problema, mi chiedo se i libanesi o i giordani” che ne accolgono alcuni milioni “capiscono quello di cui stiamo parlando. Il bilancio dell’Unione europea deve reagire alla crisi dei migranti. Abbiamo bisogno di maggiori risorse dove c’è bisogno, ad esempio per Frontex”.