Norvegia, ministro Sandberg lascia: xenofobo, ha mentito per stare con l’ex miss iraniana

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 14 agosto 2018 10:48 | Ultimo aggiornamento: 14 agosto 2018 11:43
Norvegia, ministro Sandberg lascia: xenofobo, ha mentito per stare con l'ex miss iraniana

Norvegia, ministro Sandberg lascia: xenofobo, ha mentito per stare con l’ex miss iraniana (Foto Facebook)

MILANO – Sosteneva che le “culture non si devono mescolare”. Ma ad essersi mescolato è proprio lui, travolto dalla passione che annulla anche le convinzioni ideologiche. Lui è Per Sandberg, 58 anni, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] ex ministro della pesca della Norvegia e numero due del Partito del progresso, formazione anti-migranti che sostiene il rapido rimpatrio dei richiedenti asilo respinti e chiede la massima severità nei confronti degli stranieri che ritornano nel loro Paese di origine dopo aver ottenuto l’asilo in Norvegia. Eppure questo è proprio quello che ha fatto Bahareh Letnes, profuga iraniana di 28 anni, ex reginetta di bellezza diventata imprenditrice e oggi compagna di Sandberg.

Con lei l’ormai ex ministro, che ha una ex compagna danese, una ex moglie norvegese e tre figli, si è recato in vacanza prima in Cina, a maggio, e poi proprio in Iran, quest’estate. Strana destinazione per una persona, la Letnes, che ha chiesto asilo proprio perché in fuga da quel Paese, dove rischiava di essere vittima di un matrimonio forzato.

Sandberg è andato lì con lei senza avvertire prima il governo, come richiesto dalle leggi norvegesi, e portandosi dietro il cellulare di servizio. Per questo è accusato di aver messo a repentaglio la sicurezza del Paese, dal momento che Cina e Iran, così come la Russia, sono considerati Paesi “ad alto rischio”.

I servizi di sicurezza hanno sequestrato il telefono dell’ex ministro appena rientrato. Lui, quindi, ha seguito una consuetudine straniera piuttosto diffusa anche se sconosciuta in Italia e ha fatto quello che, all’estero, fa chiunque sia travolto da uno scandalo: si è dimesso.