Olanda. Il partito pro-pedofili non si presenterà alle prossime elezioni

Pubblicato il 15 Marzo 2010 15:06 | Ultimo aggiornamento: 15 Marzo 2010 15:13

Il partito pro pedofili olandese non parteciperà alle elezioni politiche del 9 giugno prossimo. “Amore del prossimo, libertà e diversità” (Pnvd), non è riuscito infatti a raccogliere le 570 firme necessarie e per questo si è sciolto.

I fondatori del partito, nato quattro anni fa prima come semplice associazione e poi come vero e proprio partito, in gennaio hanno sperato di poter raccogliere i consensi necessari per presentarsi alla competizione elettorale e far venire così allo scoperto i loro supporter.«Educare i bambini significa anche abituarli al sesso. Proibire rende i bambini ancora più curiosi»: così Ad van den Berg, 62 anni, fondatore del partito, giustificava nel 2006 l’obiettivo di rendere libera la pornografia infantile e di non punire i rapporti sessuali fra adulti e bambini di 12 anni.

Contro la costituzione del partito alcune associazioni avevano presentato anche un esposto al tribunale dell’Aja. L’esposto fu però respinto dalla corte, che sottolineò che la legge non contemplava la possibilità di impedire la costituzione di un partito sulla base del suo programma.