Parlamento eu/ Deputati italiani assenteisti e/o dimissionari

Pubblicato il 11 Marzo 2009 0:53 | Ultimo aggiornamento: 11 Marzo 2009 0:53

I dati parlano chiaro. Uno studio dell’Università di Duisburg pone l’Italia all’ultimo posto nella graduatoria delle presenze a Strasburgo, con un tasso del 68%. Alta anche la quota dei dimissionari: un quinto degli eletti (37 su 180) è tornato casa. In questo caso siamo secondi solo ai rumeni.

Perchè? Alcuni, come la Gruber e Santoro, sono tornati alla professione precedente, nel caso specifico i giornalisti.  Altri, come l’eurodeputato Gianni Vattimo, si annoiavano (“Ogni volta mi chiedevo: ma che cavolo vado a fare? Era come entrare in un supermercato senza soldi. E si discuteva dell’altezza dei parafanghi delle auto e della lunghezza dei porri”).

Sembra, inoltre, che la lontananza da Roma faccia uscire dal giro della politica che conta. Ecco perché chi va torna sempre troppo presto.