Proteste degli studenti in Gb, Cameron: “Nessuna marcia indietro”

Pubblicato il 11 Novembre 2010 13:16 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2010 13:26

Il primo ministro britannico David Cameron ha detto che non ha alcun intenzione di fare marcia indietro sull’aumento delle tasse universitarie messo in cantiere dal suo governo nell’ambito dei tagli alla spesa pubblica.

Lo riferisce la Bbc che ha parlato con il premier conservatore a Seul. Cameron ha detto anche che le proteste non sono ”un ritorno al futuro” rispetto alle tensioni sociali vissute dalla Gran Bretagna all’epoca di Margaret Thatcher negli anni Ottanta. ”Ci sono state proteste, sia proteste pacifiche e a volte proteste che degenerano in violenza sotto tutti i governi”, ha detto il primo ministro.

Ecco le immagini di quello che è accaduto ieri a Londra. Alcuni studenti hanno addirittura occupato la sede del partito conservatore: