Rehn, endorsement a Monti: “Con lui l’Italia ha convinto i mercati”

Pubblicato il 13 Febbraio 2013 23:01 | Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio 2013 23:05
Olli Rehn e Mario Monti

Olli Rehn e Mario Monti (foto LaPresse)

BRUXELLES – Arriva l’endorsement di Olli Rehn a Mario Monti. A due giorni dalle elezioni, infatti, il commissario agli affari economici della Ua scrive una lettera  ai ministri delle finanze dell’Unione in cui sottolina come le decisioni di bilancio prese dall’Italia dopo novembre 2011 hanno convinto i mercati e fatto scendere i tassi.

Il Belgio e l’Italia, spiega Rehn, sono ”due esempi recenti che illustrano l’impatto di politiche credibili di consolidamento sulla fiducia degli investitori”. In Italia, scrive il commissario, ”i tassi sui bond a dieci anni erano sopra il 7,3% a novembre 2011 ma sono scesi sotto il 5% a marzo 2012 perché i mercati sono stati convinti dalle decisioni sui conti prese dall’Italia”. Un calo di cento punti di spread, aggiunge Rehn, significa per l’Italia un risparmio di tre miliardi di euro solo nel primo anno.