Russia, giro di vite sulle proteste. Putin firma la legge

Pubblicato il 8 Giugno 2012 16:34 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2012 16:44

MOSCA, 8 GIU – Il leader del Cremlino Vladimir Putin ha promulgato oggi la legge che inasprisce pesantemente le multe contro i raduni non autorizzati. Legge aspramente criticata dall’opposizione, dai difensori dei diritti umani e dal suo stesso consiglio presidenziale in materia, che la ritiene anti costituzionale e che gli aveva chiesto di mettere il veto.

La legge entrerà in vigore dopo la sua pubblicazione su Rossiskaia Gazeta, organo del governo, che esce anche domani: in tal modo potra’ essere applicata in vista  della grande manifestazione di protesta anti Putin prevista per il 12 giugno e non ancora autorizzata dal Comune di Mosca.

Il provvedimento aumenta le multe da 5000 mila rubli (125 euro) a 300 mila rubli (7500 euro) per i partecipanti, e da 50 mila rubli (1250 euro) a 600 mila rubli (15 mila euro) per gli organizzatori. Sino ad un milione di rubli (25 mila euro), infine, per le persone giuridiche. In alternativa potranno essere comminate sino a 200 ore di lavori socialmente utili.

La legge impedisce inoltre di promuovere una manifestazione a quanti nel giro di un anno sono stati sottoposti almeno due volte a provvedimenti amministrativi per la violazione della stessa legge, nonche’ a persone con precedenti per reati contro la sicurezza e l’ordine pubblico. La definizione di manifestazione di massa e’ cosi’ vaga che secondo alcuni critici potrebbe finire nel mirino qualsiasi tipo di raduno.