Sinn Fein il più votato in Irlanda. Ma il partito con più seggi è quello conservatore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Febbraio 2020 9:01 | Ultimo aggiornamento: 11 Febbraio 2020 9:01
Sinn Fein il più votato in Irlanda. Ma il partito con più seggi è quello conservatore

Irlanda. La leader di Sinn Fein Mary Lou McDonald (Ansa)

ROMA – Si è chiuso nella notte lo spoglio delle elezioni irlandesi di sabato per l’assegnazione di tutti e 160 seggi. In testa per numero di deputati chiudono a quota 38 i liberal-conservatori del Fianna Fail di Micheal Martin, non più alla guida del governo da 12 anni.

Segue a ruota la sinistra nazionalista dello Sinn Fein di Mary Lou McDonald, vincitrice del voto popolare col 24,5% contro il 22,2 del partito di Martin e protagonista d’una clamorosa avanzata, che arriva a 37 seggi. Mentre solo terzo è il Fine Gale (Ppe) del premier uscente filo-Ue, Leo Varadkar. Che si ferma a 35 deputati con il 20,9%.

Sinn Fein non ha raccolto più seggi di tutti – pur avendo preso più voti in percentuale – a causa del macchinoso sistema elettorale. In Irlanda infatti vige il sistema del voto singolo trasferibile. Cioè una formula proporzionale a voto di preferenza: l’elettore può assegnare più di una preferenza numerando i candidati sulla scheda. E il partito della McDonald ha presentato pochi candidati, la metà dei due maggiori contendenti.

Il risultato lascia incerta la partita per la formazione del governo e per l’indicazione del premier, carica che la McDonald, portabandiera dell’unificazione con l’Ulster e soprattutto di un programma economico-sociale radicale, rivendica per sé. Decisivi potrebbero essere i 21 deputati indipendenti, ma pure i partiti minori di centro-sinistra e di sinistra, tutti in crescita. Con i Verdi a 12 seggi, Laburisti e Socialdemocratici a 6 ciascuno, e Alleanza Anti-Austerity Popolo Prima del Profitto a 5. (fonte Ansa)