Spagna, la Catalogna dibatte in Parlamento la fine delle corride

Pubblicato il 17 Marzo 2010 21:05 | Ultimo aggiornamento: 17 Marzo 2010 21:05

Corride addio? Incomincia nel Parlamento della Catalogna un dibattito quasi drammatico per l’anima della Spagna e per l’immagine di questo paese con tante differenze di tradizioni e storia. In discussione una legge di iniziativa popolare per abolire le corride nella regione.

Il Parlamento ha previsto un dibattito molto approfondito, che terrà conto di tutte le voci possibili. Lo aprirà il direttore del Dipartimento di Fisiologia Animale della Facoltà di Veterinaria dell’Università Complutense di Madrid, Juan Carlos Llera e seguirà il proprietario della Plaza de Toros di Barcellona, il Monumental, Pedro Balanà.

Sono previsti anche gli interventi dei toreri Luis Francisco Esplà e Serafin Marin, di altri esperti e di una eurodeputata verde, Monica Frassoni. La abolizione delle corride è all’ordine del giorno da dicembre e porta il timbro di tutti i partiti che siedono nell’assise catalana.

Entro maggio la discussione culminerà in un disegno di legge che il Parlamento voterà in autunno. Potrebbe essere la fine delle corride o, piuttosto, una riduzione. L’iniziativa catalana sta già producendo discussioni in altre regioni della Spagna, meno autonome ma interessate alla questione.