Catalogna approva dichiarazione di sovranità. Rajoy: “Non serve a niente, no all’indipendenza”

Pubblicato il 24 Gennaio 2013 23:22 | Ultimo aggiornamento: 24 Gennaio 2013 23:25

MADRID – Il Parlamento della regione spagnola di Catalogna ha approvato la sua dichiarazione di sovranità con cui apre ad un referendum sull’indipendenza dalla Spagna.

La proposta, approvata giovedì 23 gennaio con 85 voti a favore, 41 contrari e due astenuti, ha per lo più un valore simbolico, ma al tempo stesso apre la strada a un eventuale referendum sull’indipendenza della regione dalla Spagna.

Il primo ministro Mariano Rajoy (LaPresse)

Il primo ministro Mariano Rajoy (LaPresse)

Il governo centrale di Madrid aveva annunciato precedentemente l’intenzione di bloccare qualsiasi tentativo della Catalogna di separarsi dalla Spagna. Il primo ministro Mariano Rajoy si è infatti affrettato a dichiarare che “la dichiarazione di indipendenza non serve a niente” e che il Governo “applicherà la legge”.

La dichiarazione di sovranità è stata appoggiata dal partito al governo nella regione, Convergenza e unione, e dalla Sinistra repubblicana di Catalogna, mentre si sono opposti il Partito socialista di Catalogna e il Partito popolare. Secondo i sondaggi, gli abitanti della regione sono divisi sulla questione dell’indipendenza, ma la maggioranza sarebbe contraria nel caso di una conseguente uscita dall’Unione europea.

Il presidente del Parlamento catalano Artur Mas ha sottolineato il carattere storico di questa dichiarazione, e prima del voto aveva dichiarato: “Sarà un voto storico. Forse non risolverà i nostri problemi in 24 ore, ma ci condurrà alla meta”.