Strasburgo. Tsipras show (FOTO), anti Merkel in delirio: ma sulla richiesta fa melina

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Luglio 2015 11:01 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2015 13:12

STRASBURGO – Accolto con accenti messianici dai suoi ammiratori, coperto di buu dagli altri, Alexis Tsipras è intervenuto alla seduta plenaria del Parlamento Europeo. L’attesa è quella delle giornate storiche. A tal punto che sulla diretta dall’Europarlamento a Strasburgo è saltata la connessione streaming. I server sovraccarichi sono inaccessibili.

Tsipras ha di nuovo annunciato una proposta per oggi, peraltro senza esplicitarla, anche se, concede, “la proposta del governo greco per la ristrutturazione del debito non è disegnata per mettere del peso extra sui contribuenti europei”. E infatti perfino la leader dei verdi europei Rebecca Harms ha dovuto replicare che, “il voto del referendum è una speranza verso il cambiamento”, ma “pensavo che ci avesse detto come farà con il suo popolo, misure concrete”.

La dead line per scongiurare default e Grexit  è fissata fra 5 giorni. Oggi però Tsipras è il braccio dell’Europa che si oppone all’austerity rappresentata da Angela Merkel, l’unico in grado di sfidarne autorità ed egemonia.

Questi alcuni passi del discorso: un dibattito sul debito non deve essere più tabù, gli aiuti alla Grecia il popolo non li ha mai visti, il disastroso bilancio delle politiche del rigore è lì a dimostrare il fallimento dell’austerity.

“Oggi invieremo la nostra richiesta all’Esm e spero che nei prossimi giorni risponderemo a questa crisi per tutta l’eurozona”.

“La scelta coraggiosa del popolo greco, in condizioni senza precedenti, non è una scelta di rottura con l’Europa ma è la scelta di tornare ai valori che stanno alla base dell’Ue. E’ un messaggio chiarissimo”.

“Occorre rispetto per la scelta del nostro popolo”. “La mia patria si è trasformata in un laboratorio sperimentale di austerità, ma l’esperimento non ha avuto successo”.

“Rivendichiamo un accordo con i nostri alleati – dice – che ci porti direttamente fuori dalla crisi, che faccia vedere la luce a fine del tunnel”. “Vogliamo lanciare un dibattito di merito sulla sostenibilità del debito pubblico, non ci possono essere tabù tra di noi per trovare le soluzioni necessari”.

I soldi dati alla Grecia non hanno mai raggiunto il  popolo, i soldi sono stati dati per salvare le banche europee e greche”.

“Le riforme ed il memorandum non hanno portato alla giustizia fiscale. Per decenni i governi greci hanno governato in modo clientelare, ed hanno sostenuto la corruzione e alimentato l’evasione fiscale. Foto Ansa del discorso di Tsipras a Strasburgo.