Strauss-Kahn, l’ossessione per le donne del direttore Fmi. Esce oggi il libro-scandalo

Pubblicato il 10 Maggio 2010 12:27 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2010 12:27

“Chi non è mai stata bloccata in un angolo da Dominque Strauss-Kahn?”: potrebbe intitolarsi così il libro di Cassandra, pseudonimo dell’autrice di “DSK, les secrets d’un présidentiable” (Dominique Strauss Kahn, i segreti di un possibile presidente). Segreta è l’identità della scrittrice, di lei si sa solo che è stata assistente del politico francese. Un po’ meno segreti sono i dettagli piccanti della vita del direttore dell’Fmi.

Il politico sessantunenne, accreditato come uno dei possibili successori di Nicolas Sarkozy all’Eliseo, è noto per la sua ossessione per le donne.  Sposato con Anne Sinclair, una ricca ereditiera e famosa presentatrice televisiva, Strauss-Kahn viene descritto come un habitué dei locali di scambisti parigini.

Una foto addirittura lo ritrarrebbe all’uscita di “Les Chandelles”, un famoso locale di coppie scambiste: “Chi ci assicura che non vi siano altre foto simili in circolazione?” si domanda l’autrice, che continua: “Strauss Kahn si può davvero presentare alle elezioni presidenziali? La sua vita da nababbo, le sue tante villeggiature, le donne e i suoi ripensamenti politici, potrebbero un giorno ritorcersi contro?”.

Alcuni commentatori credono che il libro, che mantiene un tono scherzoso e simpatico, sia stato autorizzato dallo stesso direttore generale per evitare che immagini e rivelazioni scandalistiche siano diffuse durante la campagna presidenziale del 2012. Per adesso i sondaggi sostengono il direttore. Se si votasse oggi, rivelano gli analisti politici, Strauss Kahn, che ha aumentato la sua credibilità lavorando attivamente per il salvataggio dell’economia greca, avrebbe la fiducia della maggioranza dei cittadini transalpini.

Di certo che Strauss-Kahn fosse un donnaiolo si sapeva: Come racconta il Times di Londra durante un incontro all’Eliseo lo stesso Sarkozy avrebbe preso in giro il sessantunenne e gli avrebbe chiesto di stare attento durante la sua attività di direttore generale del Fondo Monetario a Washington: “Laggiù non scherzare su questo genere di cose – avrebbe raccomandato Sarkozy -. La tua vita sarà passata sotto la lente d’ingrandimento. Evita di prendere l’ascensore da solo con le stagiste. La Francia non può permettersi uno scandalo”.