Terza ondata di covid con decine di migliaia di morti! Esperta inglese: Boris, non anticipare la fine del lockdown

di Giampaolo Scacchi
Pubblicato il 21 Febbraio 2021 11:04 | Ultimo aggiornamento: 20 Febbraio 2021 12:30
Terza ondata di covid con decine di migliaia di morti! Esperta inglese: Boris, non anticipare la fine del lockdown

Terza ondata di covid con decine di migliaia di morti! Esperta inglese: Boris, non anticipare la fine del lockdown

Terza ondata di covid in arrivo? Per i super esperti britannici è una certezza, se Boris Johnson revocherà anzitempo il lockdown. Lo riporta Giampaolo Scacchi, basandosi su una corrispondenza del Daily Mail.
 

La nuova ondata di coronavirus potrebbe comportare entro la fine dell’estate il decesso di migliaia di britannici.

 
Lo sostiene Azra Ghani, un’esperta dell’Imperial College London. Il governo di Londra ha promesso che il 22 febbraio renderà noto il piano per uscire dal lockdown. Ma i rapporti indicano che pur volendo riportare il Paese alla normalità stia adottando un approccio cauto.
 
Azra Ghani ha rivelato che un nuovo modello – COVIDSIM – realizzato dall’Imperial College di Londra, prevede che allentando le restrizioni, entro l’estate 2021 ci sarà un’ondata significativa di decessi. E ciò nonostante il successo del lancio del vaccino.  
 
Secondo quanto riferito da ITV News, se la maggior parte delle restrizioni saranno mantenute fino a quando, a settembre, la maggior parte dei britannici sarà vaccinata, il risultato sarà più positivo.
 
Ghani ha affermato: “Il mio consiglio è quello di essere cauti, di aprire lentamente, poiché è la strada migliore per uscire dalla pandemia”.

Nuove varianti molto infettive, rischio 

Riferendosi al virus ha aggiunto: “Il problema è che è altamente trasmissibile. Attualmente ci sono le nuove varianti ancor più infettive rispetto al passato e, per vari motivi, non tutti saranno vaccinati”.
 
“Allentando velocemente tutto, il rischio è di subire successive epidemie”.
 
Utilizzando un grafico che individua i decessi segnalati, Ghani ha affermato che da ora in avanti, con le attuali misure in atto e con l’aiuto del programma di vaccinazione, potrebbe esserci un “calo molto rapido dei decessi”.
 
Boris Johnson ha esortato i britannici a essere “ottimisti ma pazienti”. E ha detto che desidera che l’attuale lockdown sia l’ultimo. Pur ammettendo che non potrà “garantire” che sarà così.
 
Entro una settimana, il primo ministro britannico ha in programma di rivelare il “piano d’azione” per uscire dal lockdown. Ma sta affrontando forti pressioni da parte di politici e leader dell’industria per eliminare le restrizioni il prima possibile.
 
Politici e industriali considerano l’annuncio che l’obiettivo dei 15 milioni di vaccinati sarà raggiunto nel tempo stabilito. Come un segnale che il lockdown potrà essere revocato entro maggio, e i settori chiave dell’economia potranno risollevarsi.