Ucraina, bombe su Donetsk. Nato: “Carri armati russi varcano il confine”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 novembre 2014 13:07 | Ultimo aggiornamento: 12 novembre 2014 13:07
Ucraina, bombe su Donetsk. Nato: "Carri armati russi varcano il confine"

(Foto Lapresse)

KIEV – Tornano le bombe su Donetsk, città ucraina del Donbass, al confine con la Russia. Altri militari muoiono. E tornano i carri armati russi nel territorio che appartiene ancora a Kiev. Dopo l‘Osce (l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa) è la Nato a lanciare l’allarme sull’Ucraina orientale, che alle elezioni (non riconosciute dall’Occidente) dello scorso 2 novembre ha sancito ufficialmente la propria richiesta di indipendenza.

La Nato sostiene di aver visto, come l’Osce,

“colonne di equipaggiamenti russi, carri armati russi, sistemi di difesa aerea russi, l’artiglieria russa e le truppe da combattimento russo che entrano in Ucraina”.

E a Kiev il ministro della Difesa ucraino, Stepan Poltorak, avverte che le forze armate ucraine devono prepararsi a combattere visto l’aumento delle forze separatiste e delle truppe russe.

“Stiamo osservando un rafforzamento da parte dei gruppi terroristi (così le autorità ucraine definiscono i separatisti) e da parte della Federazione russa. Ma noi stiamo seguendo i loro movimenti e sappiamo i luoghi in cui si trovano e naturalmente siamo pronti a fronteggiare azioni imprevedibili da parte loro”.