Ucraina, ex presidente Kuchma assolto per la morte del giornalista

Pubblicato il 14 Dicembre 2011 9:56 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2011 10:02

KIEV – Un tribunale di Kiev ha deciso di archiviare le accuse contro l'ex presidente ucraino, Leonid Kuchma, per l'assassinio di Gheorghi Gongadze, un giornalista scomodo fatto fuori nel 2000 in circostanze misteriose. Il giudice, Halina Suprun, ha accolto la richiesta della difesa, secondo cui l'imputazione di Kuchma sarebbe stata "priva di fondamento giuridico".

Leonid Kuchma, presidente ucraino dal 1994 al 2005, era iscritto dal marzo scorso nel registro degli indagati con l'accusa di aver incaricato l'allora ministro dell'Interno, Iuri Kravcenko, di far uccidere Gongadze. Ipotesi questa che sarebbe confermata da una intercettazione.

Kravcenko e' morto nel 2005, ufficialmente suicida. Gongadze, che aveva fondato la testata online www.pravda.com.ua, denunciando la corruzione dilagante in Ucraina, fu sequestrato il 16 settembre del 2000 nel centro di Kiev. Poche settimane dopo il suo cadavere, decapitato, venne ritrovato in un bosco. I resti del cranio furono scoperti solo nel 2009.