Ucraina, femministe in topless: “Vogliamo essere europei”

Pubblicato il 20 ottobre 2011 13:22 | Ultimo aggiornamento: 20 ottobre 2011 16:36
Attiviste del gruppo "Femen"

Attiviste del gruppo "Femen"

KIEV, 20 OTT – A seno nudo e con il volto coperto con delle maschere animali: è così, nel modo che le ha rese note, che sei attiviste del gruppo femminista “Femen” hanno protestato a Kiev contro l’allontanamento dall’Unione europea e il recente riavvicinamento a Mosca dell’Ucraina. Le ragazze, che mostravano degli striscioni con scritte come ”Viviamo come animali”, ”Siamo finiti male” e ”Vogliamo essere europei”, sono state tutte arrestate dalla polizia.

Due giorni fa l’Ucraina, la Russia, e altre sei ex repubbliche sovietiche hanno siglato un accordo per la creazione di una zona di libero scambio. Kiev sta negoziando con Mosca un eventuale ingresso nell’Unione doganale con Russia, Kazakhistan e Bielorussia. È  invece in forse la creazione di una zona di libero commercio tra Kiev e l’Unione europea, dopo la condanna a sette anni di reclusione della ex premier ucraina, Iulia Timoshenko, accusata di abuso di potere per i controversi contratti per le forniture di gas russo.

L’Ue ha bollato il processo come ”politicamente motivato” e martedì scorso ha rinviato “sine die” un incontro con il presidente ucraino, Viktor Ianukovich, che si sarebbe dovuto tenere oggi a Bruxelles.