Ucraina in crisi, debiti stranieri a rischio. Anche quello da 3 mld con Mosca

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Maggio 2015 16:41 | Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2015 16:41
Ucraina in crisi, debiti stranieri a rischio. Anche quello da 3 mld con Mosca

Il premier ucraino, Arseni Iatseniuk (Foto Lapresse)

KIEV – L’Ucraina in crisi pensa di non pagare i debiti stranieri. Compresi i tre miliardi di dollari di titoli di Stato acquistati dalla Russia nel 2013. In un Paese il cui prodotto interno lordo è calato del 17% nel primo trimestre del 2015 e in cui i cittadini scendono in piazza a protestare contro il caro bollette, il Parlamento ha approvato una legge che consente l’eventuale introduzione di una moratoria sul pagamento dei debiti contratti con altri Paesi.

Secondo Ria Novosti in un documento allegato al testo tra i debiti potenzialmente oggetto di moratoria figurano anche i 3 miliardi di dollari in titoli di Stato acquistati dalla Russia nel 2013. Kiev considera crediti privati anche i 3 miliardi di dollari prestati da Mosca tramite l’acquisto di Eurobond ucraini, ma il ministero delle finanze russo non li considera tali e sostiene che essi devono essere restituiti entro fine anno.

Cauto il premier Arseni Iatseniuk: “L’Ucraina – ha detto intervenendo in parlamento – spera di mettersi d’accordo con i creditori stranieri privati sulla ristrutturazione dei debiti in base alle proprie condizioni, altrimenti può essere introdotta una moratoria sul pagamento”. Il premier ucraino ha quindi sottolineato che con questa legge viene dato “il diritto al governo di introdurre una moratoria sul pagamento dei debiti stranieri nei confronti dei creditori privati” ma che sarà l’esecutivo a “decidere se servirsi di questo diritto oppure no”.