Ucraina, Merkel a Mosca: “Tregua non scontata”. Ue verso nuove sanzioni a Russia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 febbraio 2015 14:37 | Ultimo aggiornamento: 6 febbraio 2015 14:38
Ucraina, Merkel a Mosca: "Tregua non scontata". Ue verso nuove sanzioni a Russia

Angela Merkel, Petro Poroshenko e Francois Hollande (Foto Lapresse)

MOSCA – Bruxelles si prepara a varare nuove sanzioni alla Russia mentre Angela Merkel e Francois Hollande volano a Mosca per parlare di Ucraina con Vladimir Putin. Intanto la Russia risponde all’annuncio della Nato di mandare 5mila soldati minacciando i Paesi baltici.

A Mosca la cancelliera tedesca e il presidente francese si sono ritrovati per parlare con il capo del Cremlino dopo aver visto giovedì il presidente ucraino Petro Poroshenko, tanto caro agli Stati Uniti. Sabato a ritrovarsi saranno i ministri degli Esteri di Russia a Usa, Sergei Lavrov e John Kerry, lo stesso che solo pochi giorni fa in una intervista ha dato ogni colpa alla Federazione per la crisi in Ucraina orientale.

Oggi a parlare è stato l’ex segretario della Nato Anders Fogh Rasmussen. In una intervista al quotidiano britannico Telegraph ha definito “altamente probabile” un attacco della Russia ad un Paese baltico per mettere alla prova la determinazione del Patto Atlantico, dal momento che il Trattato fondativo stabilisce che un attacco ad uno dei Paesi membri equivale all’attacco di tutti i Paesi.

5 x 1000

In questa situazione di tensione, negli Stati Uniti un rapporto del Pentagono dice che Putin “soffre della sindrome di Asperger”, un disturbo neurologico che, secondo Washington, potrebbe influire anche sulle sue decisioni politiche.