Volodymyr Zelensky e la finta chat su WhatsApp tra i leader mondiali

di Caterina Galloni
Pubblicato il 24 Settembre 2019 7:45 | Ultimo aggiornamento: 23 Settembre 2019 18:44
Volodymyr Zelensky e la finta chat su WhatsApp tra i leader mondiali

Volodymyr Zelensky

KIEV – Volodymyr Zelensky prima di essere eletto presidente dell’Ucraina era un regista, attore e comico. E di recente durante un vertice a Yalta ha nuovamente sfoderato la sua vena umoristica: su Twitter ha postato una finta conversazione WhatsApp tra i leader delle potenze mondiali, un post condiviso centinaia di migliaia di volte. Nel video, Zelensky scherza su una serie di questioni mondiali tra cui l’annessione della Crimea da parte della Russia e le ambizioni nucleari della Corea del Nord. L’immaginaria e umoristica chat “World Leaders Group” si apre con Zelensky che si presenta ai colleghi e saluta in varie lingue.

La risposta iniziale della Gran Bretagna è incomprensibile, provocando sconcerto tra gli alleati europei, forse voleva essere un’allusione alla Brexit. Un messaggio del Regno Unito arriva poi dal principe Harry, che scrive: “La nonna (intendendo la regina) ha voluto che scrivessi che è molto felice di vedere tutti”. Prima che Pechino e Mosca vengano eliminate dalla chat, America, Russia e Cina discutono su “chi sia l’amministratore del gruppo”. Washington afferma di voler investire in Ucraina, a quel punto il predecessore di Zelensky, il magnate dolciario Petro Poroshenko, interviene: “E’ meglio investire nella produzione di cioccolato”. L’Ucraina propone di discutere “la questione del credito” ma il Fondo monetario internazionale esce dal gruppo. La Corea del Nord si unisce alla chat, con sorpresa dell’Ucraina che si congratula per il nuovo accesso a Internet ma Pyongyang ammette che per avere la connessione “per cinque minuti è passato in Corea del Sud”.

Quando la Corea del Sud appare con un’emoji, il Nord si vendica con tre emoticon di razzi, a simboleggiare la produzione missilistica segreta. Gli Stati Uniti rispondono: “Fantastici stickers ma non dovete inviarmeli”. L’America poi scrive un misterioso messaggio:”Sei una donna bellissima” ma lo cancella in fretta e dice che è stato inviato alla chat sbagliata. Alla domanda sul “problema dell’annessione”, ovvero quella contestata della Crimea da parte del Russia nel 2014, Mosca risponde: “Cosa ne pensate se annettiamo metà della Gran Bretagna?”. Francia, Germania e America promettono sanzioni, spingendo la Russia a commentare:”Nessuno, dunque, ha niente in contrario”. Un riferimento alla percepita inazione dell’Occidente sulla crisi ucraina e alla limitata efficacia delle sanzioni contro Mosca.

La conversazione poi si sposta sul progetto di Donald Trump di acquistare la Groenlandia dalla Danimarca. I danesi affermano che non è in vendita e a quel punto la Cina commenta: “Possiamo realizzare una copia e vendertela a 10 volte di meno?”. Washington afferma inoltre che “gli hacker russi hanno violato il mio account” ma un account “Russian Hackers” nega. L’Ucraina propone che tutti postino un selfie e nella chat compaiono le foto di Zelensky, Trump ed Emmanuel Macron. La Bielorussia ha difficoltà e manda un’immagine ingrandita dei caratteristici baffi dell’uomo forte Alexander Lukashenko. La Finlandia ha “digitato”, senza però postare nulla, per gran parte della chat e dopo diversi minuti riesce finalmente a scrivere “Hi”, Ciao, apparentemente un riferimento a ciò che viene visto come un linguaggio complesso.

Il video sembra sia stato realizzato dallo Studio Kvartal-95, la società di produzione in cui Zelensky ha lavorato come comico.

Fonte: Daily Mail