Yemen, Brown organizza un summit d’emergenza a Londra

Pubblicato il 1 Gennaio 2010 17:38 | Ultimo aggiornamento: 1 Gennaio 2010 17:38

Il primo ministro inglese Gordon Brown ha convocato il 28 gennaio a Londra un summit con alcuni alleati chiave per definire un fronte di lotta comune contro l’estremismo crescente nello Yemen in contemporanea con la conferenza internazionale sull’Afghanistan, in programma lo stesso giorno nella capitale britannica. Intanto gli integralisti islamici somali del gruppo al Shabaab hanno dichiarato oggi a Mogadiscio l’intenzione di andare militarmente in aiuto dei gruppi di al Qaida operanti nello Yemen, soprattutto in caso di intervento Usa.

«Siamo pronti ad attraversare il mare e a soccorrerli per combattere i nemici di Allah», ha dichiarato oggi a Mogadiscio Sheikh Muktar Rabow Abu Mansur, uno dei loro leader, lanciando un appello analogo a tutti gli arabi perché si uniscano alla guerra santa. Lo riferiscono numerosi siti somali. Shabaab, che vuol dire gioventù in arabo, è il braccio armato somalo di al Qaida; controlla buona parte della Somalia e quasi tutta la capitale.

Nello Yemen opera un agguerrito gruppo di terroristi di al Qaida, contro i quali sta combattendo l’esercito regolare, che chiede però aiuti internazionali per sconfiggerli.