Aborto/ La Camera approva la moratoria sull’interruzione di gravidanza come strumento di controllo demografico

Pubblicato il 15 Luglio 2009 17:49 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2009 17:49

Passa alla Camera la moratoria sull’aborto che impegna il governo a presentare all’assemblea delle Nazioni Unite una risoluzione che condanni l’interruzione di gravidanza come strumento per il controllo delle nascite. La mozione Buttiglione afferma inoltre «il diritto di ogni donna a non essere costretta ad abortire favorendo politiche che aiutino a rimuovere le cause economiche e sociali dell’aborto». Il documento è stato approvato con il voto di Pdl, Lega e Udc. Astenuti Pd e Italia dei Valori.

Bocciate invece le altre mozioni che, oltre a promuovere una moratoria sull’aborto nei paesi in cui viene usato come controllo demografico,
chiedevano la promozione di una politica sulla contraccezione.

La mozione ha ricevuto l’approvazione del Vaticano. «Dalla Camera un sì alla vita» è il commento del cardinal martino, presidente del pontificio consiglio Giustizia e Pace.

Livia Turco, capogruppo Pd in Commissione Affari sociali, ha commentato: «Abbiamo insistito perchè nel dibattito parlamentare si riconoscesse esplicitamente il valore della libertà di scelta e di procreazione e ci dispiace che il governo non lo abbia raccolto nel suo dispositivo».