Afghanistan/ Berlusconi apre al ritiro: “Exit stategy solo dopo le elezioni”

Pubblicato il 29 Luglio 2009 22:45 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2009 22:57

Dopo un no categorico al ritiro delle truppe italiane dall’Afghanista il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, apre. «Solo dopo le elezioni in Afghanistan -ha detto durante il cocktail di saluto ai senatori del Pdl presso la terrazza Caffarelli a Roma – potremo pensare attentamente a una exit strategy dal Paese ma solo concordata con gli altri partner». 

Quella del ritiro delle nostre truppe è una possibilità asupicata da Umberto Bossi e Roberto Calderoli e rigettata, invece, da Ingnazio La Russa e Franco Frattini.

Dopo aver sostenuto nuovamente che la polemica su una possibile spaccatura nella maggioranza sull’argomento non è stata nient’altro che una montatura della stampa, il premier ha affermato: «Chi di noi non vorrebbe che i
nostri soldati tornassero a casa? Ma i giornali devono riempire le pagine e guardate cosa è successo quando Bossi ha fatto una battuta, ma noi dobbiamo essere là e far crescere una democrazia».