Alberto Polo è morto a 46 anni, era il sindaco di Dolo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Gennaio 2021 14:54 | Ultimo aggiornamento: 4 Gennaio 2021 14:54
Alberto Polo è morto a 46 anni, era il sindaco Dolo

Alberto Polo è morto a 46 anni, era il sindaco di Dolo (dalla pagina Facebook del Comune di Dolo)

Il sindaco di Dolo Alberto Polo è morto ad appena 46 anni.

Polo si è spento all’ospedale di Mirano dove era stato trasportato d’urgenza in seguito alle complicazioni della malattia contro la quale stava combattendo da più di un anno.

La notizia è stata riportato da veneziatoday.it che ha pubblicato anche la nota stampa del  Comune di Dolo.

Alberto Polo è morto a 46 anni, la nota del Comune di Dolo

«Se n’è andato con grande serenità, senza sofferenza, accompagnato dai suoi cari.

Presso la struttura sanitaria che in tutto questo periodo si è presa cura di lui con umanità e professionalità.

La giunta, tutti i consiglieri comunali e il personale del Comune si stringono a Claudia, Adelaide e Gherardo».

Alberto Polo è morto, il messaggio di cordoglio del Centro di documentazione e d’inchiesta sulla criminalità organizzata

«Ci uniamo al pianto della famiglia, degli amici, degli amministratori e dei cittadini.

Da sindaco, Alberto Polo ha incoraggiato la nascita del Centro di documentazione e d’inchiesta sulla criminalità organizzata.

Dimostrando rara sensibilità per i pericoli connessi alle infiltrazioni delle mafie nel Nordest.

Alla famiglia, agli amici, agli amministratori del Comune di Dolo va un sincero abbraccio da parte del Comitato di gestione del Centro.

Per la perdita di un uomo che è stato, assieme alle donne e agli uomini della sua giunta, riferimento sicuro nella affermazione della legalità».

Come ricorda veneziatoday.it, Polo era stato riconfermato sindaco alle elezioni di settembre 2020.

Dopo essere già stato alla guida della cittadina nei 5 anni precedenti.

Uno dei temi su cui era stato più impegnato nell’ultimo anno era quello dell’ospedale locale.

Aveva dato voce ai timori dei cittadini, preoccupati per le sorti della struttura che da marzo ha preso la funzione di covid hospital.

L’ultima apparizione pubblica è stata in occasione degli auguri per l’anno nuovo.

Con un videomessaggio pubblicato sui social il 31 dicembre.

Mentre due giorni prima aveva presieduto il Consiglio comunale (fonte veneziatoday.it).