Alemanno insaziabile: chiama i Comuni alla rivolta

Pubblicato il 1 Settembre 2011 17:35 | Ultimo aggiornamento: 1 Settembre 2011 17:37

ROMA – Ad Alemanno non bastano le riduzioni ai tagli per gli enti locali, previste dalla correzione della manovra. Il sindaco di Roma invita tutti i rappresentanti degli enti locali alla “rivolta”: ”Cosi’ come lunedi’ hanno manifestato insieme i sindaci di centrodestra e centrosinistra, adesso il nostro appello a rivedere la manovra dando respiro agli enti locali, e’ rivolto veramente a tutti”.

Alemanno ha parlato al termine dell’incontro tra la delegazione dell’Anci e il segretario del Pd Pier Luigi Bersani sul tema della Manovra. ”Il sistema dei comuni – ha detto Alemanno che in quanto presidente del Consiglio dell’Anci ha guidato la delegazione dei comuni – si rivolge a tutti i gruppi parlamentari, di maggioranza e di opposizione: dobbiamo trovare una soluzione perche’ ne va del destino degli italiani e di loro diritti”.

E se le richieste non venissero accolte? ”Adesso dobbiamo batterci – ha detto – perche’ le richieste vengano accolte: ora andiamo a Palazzo Chigi, presenteremo tutta la nostra preoccupazione e le nostre richieste di modifiche”. Da parte di Alemanno, infine, un commento sulla sede del Pd che visitava per la prima volta: ”e’ una bellissima sede, molto prestigiosa”.

”I nuovi testi presentati sono assolutamente non soddisfacenti e inaccettabili. Contiamo di avere ascolto anche in sede parlamentare”. Per Alemanno ”se non c’e’ la fiducia c’e’ la possibilita’ di costruire in Parlamento anche delle modifiche sostanziali”.