Alessandra Mussolini: “Bella Ciao in chiesa? E’ un abuso di potere”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 dicembre 2018 6:13 | Ultimo aggiornamento: 19 dicembre 2018 13:51
Alessandra Mussolini: "Bella ciao in chiesa? E' un abuso di potere" (foto Ansa)

Alessandra Mussolini: “Bella ciao in chiesa? E’ un abuso di potere” (foto Ansa)

ROMA – Intervistata da “Radio Cusano”, Alessandra Mussolini si è scagliata contro il parroco di Bologna che ha fatto cantare “Bella ciao” in chiesa:

“Al di là di quello che è accaduto, ormai non c’è più lo spirito del Natale – ha detto Alessandra Mussolini-. I parroci non fanno più quello che devono fare, bisognerebbe chiedere al Santo Padre cosa ne pensa. Penso che questo signore di Bologna, perché non credo sia un parroco, oltre a ‘Bella ciao’ non faccia neanche più il segno della croce ma il pugno chiuso in chiesa, quindi non è una chiesa, è un luogo dove si fa politica. Se sono contenti loro… Non so se ci sia un disegno preciso dall’alto oppure significa che vogliono fare politica. A quel punto potrebbero anche togliersi l’abito talare e mettersi a fare politica come tutti gli altri, mica è vietato. Smettano di fare i preti e si mettano a fare politica, si sposino e facciano figli, come altri”.

Questi atteggiamenti dipendono dall’avvento di Matteo Salvini? “No, gli imbecilli ci sono sempre stati –ha detto Alessandra Mussolini-. Secondo me questi preti allontanano dalla chiesa quelli che credono. A parte che uno dovrebbe pregare nell’intimità, non serve la chiesa per pregare, ma detto questo, secondo me uno che va in chiesa e si sente cantare ‘Bella ciao’ e fare il pugno, potrebbe mettersi la camicia rossa oppure si allontana, non credo che queste cose possano avvicinare. Non dovrebbero essere ecumenici? A me sembra che siano sempre più di parte. Accolgano i migranti dentro le chiese o in Vaticano anziché cantare Bella Ciao. Più che bella ciao, ciao bella a tutti, tanto loro stanno belli al calduccio”.

Sul parroco della chiesa di San Piero ad Agliana (Pistoia) che nell’omelia ha detto: se ci fosse stato Salvini, Gesù bambino sarebbe morto. “E’ anche ignorante – conclude la Mussolini – I preti fanno politica da sempre, ma non ha senso farla così platealmente perché a quel punto dovrebbero smettere di fare i preti e fare politica. Altrimenti è abuso di potere perché sfruttano un ordine importante, hanno potere e influenza dato che fanno la predica, se fanno la predica è perché si sentono superiori ai fedeli. Quindi è un abuso di potere”.