Alessandra Mussolini: “Affitto alto. Chiudo la mia pizzeria a Roma”

di redazione Blitz
Pubblicato il 19 dicembre 2017 16:27 | Ultimo aggiornamento: 19 dicembre 2017 16:27
Alessandra-Mussolini-pizzeria

Alessandra Mussolini (Foto Ansa)

ROMA – Alessandra Mussolini chiude la propria pizzeria a Roma: “Affitto troppo alto”. L’eurodeputata del Partito popolare europeo si è lamentata durante la puntata del 19 dicembre di 24 Mattino, il programma di informazione di Radio 24 condotto da Luca Telese e Oscar Giannino.

“Ho chiuso per via dell’affitto del locale troppo alto. Da quello che sento anche altri commercianti hanno questo problema”, ha detto Alessandra Mussolini, raccontando di essere stata recentemente costretta a chiudere la propria attività commerciale a Roma, in zona piazza Bologna.

“Eravamo un presidio per il territorio, la gente si era abituata, era illuminato la sera, inoltre davamo lavoro al banchista, a quello che faceva le pizze, con tanto di contributi, avevamo due dipendenti, più quelli che facevano le consegne a domicilio”, ha spiegato l‘europarlamentare.

“Come succede a tanti commercianti, a tanti piccoli imprenditori che rischiano anche con il proprio iniziale capitale di aprire un’attività ma poi con l’affitto, le tasse e tutto il resto non ce la fanno. La Confesercenti su questo non ha una visione unitaria e, quindi, purtroppo non apre a un mercato e non dà tutele. Tutela i vecchi, ma non consente di aprire ai nuovi. Devono dare indicazioni chiare sulle regole per chi apre ed ha una licenza di somministrazione, quindi… è molto complicato”. Ed ha concluso: “Ma io non demordo perché è stata un’esperienza importante. Occasioni come queste ti danno anche il contatto con la gente, con le loro abitudini, e quando poi lo fai in prima persona ti rendi conto delle tante difficoltà che vivono i commercianti. E quindi… resistere!”.