Politica Italia

Alfano ad Herat: “Non abbandoneremo l’Afghanistan”

Alfano ad Herat: "Non abbandoneremo l'Afghanistan"

Alfano (LaPresse)

HERAT – Mentre è iniziato il conto alla rovescia per la fine della missione Isaf in Afghanistan, il ministro dell’Interno Angelino Alfano, in visita al contingente italiano ad Herat, assicura: “Non abbandoneremo questo Paese ed i nostri 53 morti non sono caduti invano: anche grazie a quel sangue versato oggi l’Afghanistan è più sicuro e libero”.

Il ministro ha incontrato il governatore ella Provincia di Herat, Sayed Fazullah Wahidi, che ha ringraziato gli italiani per gli aiuti forniti in questi anni. “La nostra presenza qui – ha detto Alfano – è l’avamposto dell’Italia migliore, che offre il proprio cuore per contribuire a migliorare la situazione dell’Afghanistan e siamo orgogliosi di ciò”.

Il vicepremier ha quindi ribadito al governatore: “Non vi lasceremo soli, le prossime elezioni presidenziali di aprile saranno il segnale concreto di un cammino della partecipazione popolare che può fare avanzare l’Afghanistan. La comunità internazionale e l’Italia – ha aggiunto – non dimentica che il Paese ha ancora bisogno di un importante supporto, nonostante gli impegni che prevedono un progressivo passaggio della responsabilità della sicurezza alle forze afghane”.

Alfano ha poi parlato ai militari radunati a Camp Arena. “Sono qui – ha detto al contingente – per portare la gratitudine degli italiani per i vostri sacrifici che tengono alta la bandiera italiana. La libertà non è qualcosa di scontato ma va conquistata anche con l’aiuto di Paesi amici, come è accaduto a noi diversi decenni fa”.

To Top