Alfano contro Bersani: “Liberarsi di Berlusconi? Parole violente e inaccettabili”

Pubblicato il 6 agosto 2010 11:12 | Ultimo aggiornamento: 6 agosto 2010 11:15

Dalle colonne di Repubblica Pier Luigi Bersani incita a liberarsi di Berlusconi e subito arriva la replica di Angelino Alfano, ministro della Giustizia.

”Sono inaccettabili e di inaudita violenza le parole pronunciate da Bersani. In Italia c’è un’opposizione che invece di chiedere elezioni anticipate se la da’ a gambe e vuole, con giochetti di Palazzo, cambiare il quadro politico determinato da libere elezioni”.

“Bersani propone un governo guidato da chi ha perso le elezioni contro chi ha vinto le elezioni e usa un linguaggio di una violenza inaccettabile. E’ inconcepibile affemare oggi ‘dobbiamo liberarci di Berlusconi’. Un linguaggio violento e inquietante che è contro le opposizioni di tutte le democrazie occidentali”, ha detto Alfano.

“C’è una opposizione che se la dà a gambe e ha paura di andare dai cittadini. Magari si preparassero alle elezioni… Il problema è l’esatto contrario, con un giochino di palazzo mandiamo all’opposizione chi ha vinto le elezioni e prendiamoci il potere noi che abbiamo perso. Però sottovalutano gravemente, con un atteggiamento scandaloso, quella che potrebbe essere la reazione dei milioni e milioni di italiani che hanno votato questo governo e che si sentirebbero espropriati della sovranità parlamentare”.