Alfano: Preso in esame attacco con droni a piazza San Pietro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Novembre 2015 9:51 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2015 9:51
Alfano: "Preso in esame attacco con droni a piazza San Pietro"

Angelino Alfano
/LaPresse

ROMA – “Attenzione alle minacce dal cielo” dice parlando alla Camera dei deputati il ministro dell’Interno Angelino Alfano. E lo dice perché il timore è che per il Giubileo il terrorismo jihadista decida di colpire in modo nuovo e spaventoso: con i droni su piazza San Pietro.

Lo conferma lo stesso Alfano che subito dopo spiega: “Ogni aspetto di una possibile attacco aereo è stato studiato, sarà interdetto lo spazio aereo durante tutta la durata del Giubileo”. In merito all’Anno Santo, aggiunge il ministro “un’attenzione particolare è stata rivolta al rischio di un attacco dall’alto, con droni”.

L’informativa alla Camera dei deputati di Alfano è un lungo elenco di aspetti inquietanti: “Il livello di preoccupazione per la minaccia terroristica cresce con il Giubileo: Roma ed il Papa sono già stati al centro di dichiarazioni minacciose inneggianti alla distruzione e all’odio”.

“Rafforzeremo la vigilanza – ha aggiunto – sui punti sensibili, a partire da piazza S.Pietro, dove ci saranno percorsi stabiliti per l’afflusso e postazioni fisse di controllo. Attenzione anche alle minacce dal cielo”.

Ribadisce Alfano, e lo fa anche il giorno successivo parlando a Radio 1, che il “rischio zero non esiste”. Ma, secondo il ministro, non c’è bisogno di leggi speciali per combattere il terrore:

“L’Italia ha leggi importanti ed efficaci, non ha sbagliato le politiche negli anni passati e non abbiamo le periferie francesi con immigrati che spesso non sono integrati. Ora applichiamo le stesse misure di prevenzione personale che avevamo per i mafiosi, consideriamo reato il fatto stesso di andare a combattere all’estero, abbiamo fatto decine di espulsioni, abbiamo avuto risultati importanti sulle prevenzione”