Alfonso Celotto nuovo partner studio legale IPeF: “Sono maratoneta nella vita e nel diritto”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Novembre 2019 12:12 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2019 12:12
Alfonso Celotto nuovo partner studio legale IPeF: "Sono maratoneta nella vita e nel diritto"

Alfonso Celotto

ROMA – “Maratoneta nella vita e nel diritto”: si autodefinisce così, su Twitter, Alfonso Celotto. Il professore di Diritto costituzionale, che vanta già parecchi incarichi istituzionali con ministri di segno politico diverso e che un anno fa ha lasciato la carica di capo di gabinetto dell’ex ministro della Salute Giulia Grillo, ha deciso ora di diventare partner dello studio legale IPeF degli avvocati Iannetti, Picone e Ferrante, attivo dal 1969 e con sedi a Milano, Roma e Napoli. Il suo addio al ministero di Lungotevere Ripa, peraltro, aveva provocato più di qualche sconcerto – anche tra le fila del Movimento Cinque Stelle – perché avvenne circa quindici giorni dopo le dimissioni del portavoce del ministro, Roberto Turno, giornalista esperto di temi sanitari.

Celotto, cassazionista dal 2003, sembra comunque intenzionato a non fermarsi ed ad aggiungere un altro tassello alla sua carriera in cui un ruolo importante lo gioca anche la cattedra alla facoltà di Giurisprudenza del terzo ateneo romano. Del resto, come ricorda Il Foglio, all’indomani delle dimissioni dal ministero della Salute agli amici che lo avevano chiamato aveva detto che la prima cosa che avrebbe fatto sarebbe stata quella di correre la mezza maratona di Roma, che si sarebbe tenuta da lì a qualche giorno.

Come tecnico della burocrazia nazionale Celotto in questi anni è stato molto attivo: capo di gabinetto anche per i ministri per la Coesione Territoriale Fabrizio Barca e Carlo Trigilia; consigliere giuridico dei ministri dell’Economia Giulio Tremonti e delle Riforme Istituzionali Antonio Maccanico. Ha inoltre svolto il ruolo di capo dell’Ufficio legislativo del ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, del ministro per la Semplificazione normativa Fabrizio Calderoli e del ministro per le Politiche Europee, Emma Bonino.

Il sodalizio con lo studio IPeF – di cui il “maratoneta” svolgerà il coordinamento legale – si colloca nell’ambito del progetto volto a potenziarne la presenza nel panorama delle eccellenze della tutela legale nelle materie pubblicistiche. Attivo dal 1969, lo studio Ipef si è finora distinto per l’attività di assistenza legale alle imprese in ambito societario e bancario, nella contrattualistica e negli appalti.