Amministrative: le prime pagine dei giornali dopo la sconfitta di Berlusconi

Pubblicato il 17 Maggio 2011 10:53 | Ultimo aggiornamento: 17 Maggio 2011 11:01

ROMA – “Tira una brutta aria”, “Pericolo caduta voti”, “Milano, la sconfitta di Berlusconi”. Le prime pagine dei quotidiani nazionali analizzano i risultati delle amministrative e la sconfitta roboante del Pdl.

La Padania non ci sta e scrive di “un voto anormale”. Una competizione elettorale ”con un voto anormale a Milano” cui ha fatto da ”contrappeso il voto saldamente anti-ideologico e antiradical-chic dove la Lega ha corso altrove. In alleanza o sola. Sempre se stessa, cosa che la rende unica in tutti i ballottaggi con i corsi e i ricorsi della storia”.

Il quotidiano berlusconiano Il Giornale, apre col titolo “Tira brutta aria: a Milano Pdl e Lega in crisi. Il vento dell’estrema sinistra spinge Pisapia. Inquietante il successo degli ultrà anti Berlusconi, De Magistris e i Grillo. Catastrofe elettorale per Fini: Fli non supera nemmeno il 2%”.

Al Giornale fa eco Libero. Il quotidiano di Maurizio Belpietro punta sull’ironia e in prima pagina schiaffa una vignetta di Berlusconi racchiusa in un triangolo rosso come fosse un cartello stradale. Sopra la scritta: “Pericolo, caduta voti”. “Il Pd mantiene Torino e Bologna e perde Napoli. Ma il Pdl incassa una brutta botta dove è costretta al ballottaggio. Colpe degli errori della Moratti ma non solo, Tensione tra Lega e Pdl ma non è ancora tempo di rese dei conti. Si può ancora vincere, bisogna darsi da fare”.

La Repubblica invece titola così: “Milano, la sconfitta di Berlusconi. Pisapia affonda la Moratti, Fassino conquista Torino, Merola passa a Bologna. Ballottaggio a Napoli”. Il Riformista anche titola con “Silvio ko. Pesante tracollo elettorale di Pdl e Lega”. “Svolta a Milano” per il Messaggero, “Choc per Berlusconi” per La Stampa.

“Sorpresa a Milano in testa Pisapia”, rilancia il Corriere della Sera, con l’editorialista Massimo Franco che parla di uno “schiaffo”.