Andrea Camilleri contro Salvini: “Sarebbe stato un meraviglioso federale di Mussolini”

di Daniela Lauria
Pubblicato il 5 Marzo 2019 15:12 | Ultimo aggiornamento: 5 Marzo 2019 15:12
Andrea Camilleri contro Salvini: "Sarebbe stato un meraviglioso federale di Mussolini"

Andrea Camilleri contro Salvini: “Sarebbe stato un meraviglioso federale di Mussolini”

ROMA – Matteo Salvini? “Sarebbe stato un meraviglioso federale di Mussolini”. Parola di Andrea Camilleri che in una intervista a Radio Radicale torna a scagliarsi contro il ministro dell’Interno. Salvini che si è sempre professato un suo fan, è stato già in passato oggetto di parole dure da parte dello scrittore siciliano. Intervistato da Massimiliano Coccia nel corso della trasmissione “Le parole e le cose”, Camilleri ha espresso le sue preoccupazioni sul clima che avverte oggi in Italia.

“È tutto un gran tornare indietro – dice il papà di Montalbano – Torna indietro, torna indietro e arriveremo finalmente al ’22, che è quello a cui segretamente tanti politici aspirano. Mi creda, ho 93 anni e ho conosciuto i gerarchi fascisti. Salvini sarebbe stato un meraviglioso federale di Mussolini”.

Un paragone che lo scrittore aveva già sottolineato in passato, accusando il leader della Lega di scommettere sul peggio degli italiani. “Attorno alle posizioni estremiste di Salvini – aveva sottolineato – avverto lo stesso consenso che a dodici anni, nel 1937, sentivo intorno a Mussolini”. 

E ancora a gennaio scorso, quando a seguito dello sgombero del centro di accoglienza di Castelnuovo di Porto, lo scrittore inviò un video a Fanpage affermando categorico: “Non in nome mio. Questa è un’ossessione, rendetevene conto. Io mi rifiuto di essere un cittadino italiano complice di questa nazista volgarità”. 

Fonte: Radio Radicale