Andrea Marcucci (Pd): “Pronti a un confronto con Fico. Ma è lui il candidato?”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 aprile 2018 10:25 | Ultimo aggiornamento: 24 aprile 2018 10:25
Andrea Marcucci (Pd): "Pronti a un confronto con Fico. Ma è lui il candidato?"

Andrea Marcucci (Pd): “Pronti a un confronto con Fico. Ma è lui il candidato?” (Nella foto Roberto Fico)

ROMA – “La nostra disponibilità al confronto c’è. E’ Fico il candidato a premier del M5S? E’ lui che potrà far fare passi indietro molto rilevanti su temi su cui il M5S ha speso anni? Mi pare difficile, sarebbe per loro rinnegare gran parte del loro programma elettorale, e perderebbero parlamentari”. Lo ha detto a Radio Anch’Io il capogruppo Pd al Senato Andrea Marcucci, spiegando che “se ci fosse una disponibilità su tutto il fronte programmatico, andremo a sentire”.

“Se ci fosse una disponibilità su tutto il fronte programmatico…, mi pare difficile, ma andremo ad ascoltare – ha detto Marcucci – Poi bisogna capire se a fronte di una operazione del genere non perdono parlamentari. Se perdono anche solo 5 senatori la maggioranza non c’è più”.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

“Quando ci sarà una proposta chiara, delle condizioni definite, a un certo punto un passaggio per la direzione” del Pd andrà fatto, su un eventuale accordo di governo M5S-Pd, secondo il capogruppo dem al Senato Andrea Marcucci. “Sentire la base è più complicato, ci sono organismi eletti, ma la decisione non spetta a me – ha risposto a un’altra domanda -. Parliamo di iscritti, tesserati o elettori? Forse andrebbe convocata anche l’assemblea: se il segretario e il presidente lo decidessero si potrebbe fare un ragionamento sul fatto di sentire la base”.

“Non ho capito se l’esplorazione di Fico riguarda anche le altre forze del centrosinistra che erano in coalizione con noi, Bonino, Nencini, Lorenzin”, ha detto ancora Marcucci parlando delle consultazioni del presidente della Camera. Sulla composizione della delegazione dem Marcucci ha detto di aver ricevuto la convocazione dal reggente del partito Maurizio Martina. Fonti di stampa avevano ipotizzato che all’incontro andasse il solo Martina.