Andrea Mura “irresponsabile e menefreghista”: M5S lo caccia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 luglio 2018 10:54 | Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2018 10:54
Andrea Mura "irresponsabile e menefreghista": M5S lo caccia

Andrea Mura “irresponsabile e menefreghista”: M5S lo caccia

ROMA – Il parlamentare velista Andrea Mura è stato cacciato dal Movimento 5 Stelle: troppe le assenze, poco apprezzata la sua indifferenza alle critiche, Mura è stato espulso con le gravi accuse di “irresponsabilità” e “menefreghismo”. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Velista di fama internazionale (è stato il primo italiano a vincere la storica regata in solitario Route du Rhum), Mura non ha capito, secondo i Cinque Stelle, che non è un parlamentare autonomo ma un semplice portavoce al servizio dei cittadini che lo hanno eletto.

Non può dire, come ha fatto, che la politica si fa anche dalla barca e non solo da uno scranno parlamentare. Non poteva ignorare il regolamento che gli impone di partecipare alle sedute, l’assenteismo totale non fa parte dell’etica grillina. Nel frattempo, però, Mura allunga la lista degli eletti nel Movimento che non rispondono più a nessuno perché espulsi. Qualche problema di selezione forse adesso si pone.

Del resto Mura non ha mai fatto mistero di aver accettato la candidatura con la rassicurazione di poter continuare a svolgere la sua attività principale. Si vedeva, ha dichiarato, più come “testimonial” che come bravo esecutore della volontà del gruppo parlamentare. Qualcuno glielo ha fatto credere prima di rimangiarsi la parola? Davvero, come insinua Ugo Cappellacci di Forza Italia, Mura è stato “usato e poi scaricato”? In ogni caso ora è fuori dal Movimento: irresponsabile e menefreghista, l’ultima comunicazione ufficiale ricevuta dal suo ex partito è la nota sul blog delle Stelle che gli annuncia la cacciata.

“Ogni singolo parlamentare del MoVimento 5 Stelle ha il dovere di rappresentare esclusivamente le istanze dei cittadini. Ogni singolo PortaVoce del MoVimento 5 Stelle deve svolgere il proprio incarico dando priorità solamente agli 11 milioni di italiani che lo scorso 4 marzo hanno votato per il MoVimento. Per tale motivo non è tollerabile l’atteggiamento del deputato Andrea Mura che con il 96,8% di assenze in parlamento ha dimostrato irresponsabilità e menefreghismo, mancando di rispetto agli italiani che hanno dato fiducia al MoVimento e a tutti i suoi colleghi che non hanno mai smesso di lavorare in Parlamento. Per tale motivo, senza alcuna esitazione, Andrea Mura è stato espulso dal Gruppo Parlamentare del MoVimento 5 Stelle”. Lo conferma sul blog delle Stelle Francesco D’Uva, capogruppo MoVimento 5 Stelle Camera.